Saint Honorè la mia versione


Per il compleanno di mio suocero ho fatto la Saint Honorè e non vi dico quanti complimenti ho ricevuto!!

Allora ho fatto un pan di spagna con:

9 uova
360 gr di farina 00 (setacciata)
270 gr di zucchero
una schiacciatina di succo un limone
1 pizzico di sale

Mettere in un recipiente molto grande o nella panetaria le uova intere, lo zucchero, la scorza del limone e il sale, e montare finchè non diventa quasi bianco. Aggiungere la farina setacciata,poca alla volta, girando dall’alto verso il basso con il cucchiaio di legno. Mettere nella teglia, infornare a forno già caldo a 180° per 35 minuti, mi raccomando fare la prova stecchino!!!

Poi ho fatto la mia crema, è il mio cavallo di battaglia e tutti l’adorano, che ho trasformato poi in chantilly.

Ingredienti:

6 tuorli

9 cucchiai di farina

13 cucchiai di zucchero

qualche goccia di limone

un pizzico di sale

Mettere tutti gli ingredienti in una pentola e amalgamare tutto versando un po’di latte freddo o a temperatura ambiente e mischiare bene poi si aggiunge il resto del latte, in questo modo si evita il formarsi di grumi. Si mette sul fuoco e si mescola finchè si addensa e comincia  a sobbolire, spegnere e aggiungere una noce di burro e una tazzina di liquore vov (è facoltativo ma me l’ha suggerito un vecchio pasticcere e viene una cosa sublime così!!), mescolo bene tutto , ricopro la superficie di pellicola e la metto a raffreddare. Quando è fredda ci metto circa 300 ml di panna vegetale montata ed ecco la mia crema chantilly.

Quando il pan di spagna è cotto e raffreddato lo taglio, bagno le due metà con acqua e zucchero fatta bollire e aggiunto a fuoco spento maraschino e ci metto la mia crema chantilly, lo richiudo e lo ricopro con la mia crema.

Per la decorazione ho usato una crema fatta con:

250 gr di burro

450 gr di zucchero a velo

3 cucchiai di latte o panna (facoltativo)

essenza di vaniglia

cacao q. b.

Metto in una terrina il burro a pezzetti, lo zucchero, e la vanillina (io non c’ho messo il latte nè la panna) e frullo tutto poi lo scurisco quanto piace a me con il cacao amaro ed ecco pronta la crema.

Metto la crema al burro in una sac a poche con beccuccio metà liscio e metà dentellato e ci faccio sul bordo della torta prima una striscia verticale poi due orizzontali un po’ più piccole a distanza di 1-1.5 centimetro l’una dall’altra. fanne un’altra verticale vicino che sovrasti le due orizzontali precedenti e se ne eseguono altre due orizzontali sopra la seconda verticale e avanti così.E’ più facile dirsi che a farsi io sta tecnica l’ho imparata da cookaround si chiama tecnica a canestro. con la crema ho anche fatto la scritta sopra cambiando beccuccio però.

Avevo preparato il giorno prima anche i bignè (più avanti posterò anche la ricetta) che ho farcito sempre con la mia crema chantilly.Ho anche messo un ciuffetto di panna ogni bignè tanto per non farci mancare nulla.

Che dire un lavoro megagalattico ma ne è valsa la pena ci sono certe soddisfazioni a fare sti lavori ….puoi far capire meglio alle persone care quanto vuoi bene anche percheè ho messo un bel po’ del mio ingrediente segreto:TANTO AMORE!!

 

 


Saint Honorè la mia versioneultima modifica: 2009-11-15T19:03:56+01:00da plenaria
Reposta per primo quest’articolo
Tag:

Lascia un commento